Razze antiche

Sono i popoli che abitano la Terra di Ruhel fin dalla prima era. Molto diversi fra loro per aspetto fisico, civiltà e tradizioni, parlano però la stessa lingua, anche se con un’ampia varietà di accenti e inflessioni

 

Adoratori di Issht

Detti anche popolo della palude, vivono in quel luogo misterioso e inquietante che è il gigantesco acquitrino di Eh-‘farn. Magri, appena più piccoli degli uomini, hanno il corpo ricoperto da una corta peluria bianca. Le loro pupille sono rosse, come anche la carne sotto le unghie. La venerazione fanatica per Issht, il dio urlante dalla lingua bifida, unitamente all’abbondante consumo di allucinogeni, li rende instabili e imprevedibili.

 

Alati

Il popolo delle tempeste abita in villaggi costruiti fra le scoscese scogliere del Daken. Di aspetto nobile e fiero, gli alati sono considerati saggi e affidabili, ma possono lasciarsi trasportare dall’ira. In battaglia sono temibili perché, supportati da stormi di aquile del nord ammaestrate, bersagliano dall’alto i nemici con dardi e proiettili incendiari.

 

Figli dell’aria

Un po’ più piccoli ed esili degli uomini, hanno capelli chiari e orecchi appuntiti. Durante la prima era abitavano nelle due vaste foreste di eycalotir situate nella parte orientale della terra di Ruhel. In seguito sono rimasti, suddivisi in tre regni, nella regione compresa fra il lago d’Òrea e l’Oka-hor. Un nucleo di appartenenti al popolo delle foreste si è insediato nel delta del Lujin, modificando radicalmente il proprio sistema di vita. Eccellenti tiratori con l’arco, i figli dell’aria amano la cultura e l’arte. Un po’ anche l’intrigo.

 

Giganti dell’Oka-hor

Conosciuti anche come popolo delle montagne, sono grandi una volta e mezzo un uomo, e hanno una struttura fisica massiccia e sgraziata. Combattono armati di pesanti clave e sono noti per l’indole violenta e asociale, ma la loro civiltà presenta insospettabili aspetti di raffinatezza ed elevazione spirituale. Fra tutte le razze antiche è, assieme alla piccola gente, quella in cui è maggiore la differenza di ruoli fra maschi e femmine.

 

Piccola gente

È suddivisa in due nazioni che vivono nella catena dei Kaltar. I loro abitati, sviluppati soprattutto nel sottosuolo, sono collegati fra loro da una rete di gallerie sotterranee. Gli appartenenti al piccolo popolo sono bassi e robusti, i maschi portano lunghe barbe incolte. Sono ottimi costruttori e, più in generale, eccellono in tutte le attività pratiche,. La piccola gente non è governata da un re ma da un consiglio di anziani.

 

Popolo degli spettri

Gli appartenenti al popolo degli spettri, stando alla loro religione, sono la reincarnazione di entità spirituali vissute in un altro mondo tantissimo tempo prima.Robusti e slanciati, la loro taglia è simile a quella umana. Li contraddistinguono il ciuffo di capelli che gli cresce al centro della testa, gli occhi chiari e i tratti eleganti del volto.

FOLLOW ME

  • Facebook Classic
  • Twitter Classic
  • c-youtube

© 2014 by Max Giorgini